Frequenza Corsi

La frequenza alle lezioni, alle esercitazioni e alle attività pratiche di laboratorio è obbligatoria. Lo studente non può superare il limite del 30% di assenze per le discipline linguistiche. Il superamento di tale soglia di assenze impedisce allo studente l’ammissione agli esami o la convalida delle prove in itinere. Per le discipline non linguistiche non  sussiste obbligo di frequenza anche se essa è vivamente raccomandata.

Resta responsabilità del docente dell’insegnamento l’ammissione all’esame. Lo studente lavoratore è esonerato dall’obbligo di frequenza. Si definisce studente lavoratore colui che esercita in maniera duratura un’attività lavorativa sia subordinata sia autonoma, documentata ed agli atti della Scuola.

Emergenza Covid-19

Per consentire una didattica efficace, anche nel contesto di emergenza Covid-19, la Scuola ha deciso di investire in strutture digitali all’avanguardia per attrezzare le aule in modo che lo studente, impossibilitato per qualsiasi motivo a frequentare in presenza, possa seguire da casa le lezioni in diretta, interagendo con il Docente e i colleghi o addirittura rivedendo in un secondo momento la registrazione della lezione.

Inoltre sono stati elaborati protocolli che, tenendo conto di tutte le norme previste per tutelare la salute di Studenti e Docenti, permetteranno di seguire le lezioni in aula in completa sicurezza

I vantaggi della frequenza

L'acquisizione di un elevata competenza linguistica richiede un lavoro costante. Frequentando i corsi, quindi, lo studente potrà:

  • mantenere un ritmo di studio costante

  • restare in contatto diretto con i docenti a disposizione per dubbi e chiarimenti in merito alle lezioni e agli esami
  • instaurare un rapporto di collaborazione e amicizia con i compagni durante tutto il percorso triennale per organizzare gruppi di studio
  • confrontarsi con i compagni per prepararsi al meglio per gli esami
  • condividere esperienze e idee