Sbocchi Professionali - La Figura del Mediatore Linguistico

Il titolo di mediatore linguistico della SSML di Pisa permette dopo il conseguimento un inserimento in aziende appartenenti a molteplici settori. Gli sbocchi professionali sono quindi molti e concreti, Di seguito le aree di sbocco:

  • Area della mediazione orale: interprete per istituzioni pubbliche, enti privati e organizzazioni internazionali
  • Area della mediazione scritta: traduttore, traduttore editoriale, tecnico-scientifico, audiovisivo
  • Area turistico-aziendale
  • Area della comunicazione e delle relazioni internazionali

 

Area della Mediazione Orale e Scritta

 

Come diventare interprete o traduttore. Per diventare interprete e traduttore occorre ovviamente avere moltissima passione per lo studio delle lingue straniere. Lavorare come interprete e traduttore è sicuramente molto affascinante poiché permette di mettersi in contatto con tante persone e culture e/o di viaggiare per tutto il mondo. Tuttavia, sono professioni che richiedono uno studio intenso e il raggiungimento di livelli linguistici molto elevati.

A differenza del traduttore, l’interprete si occupa di traduzioni orali e non scritte, per questa ragione è importante non solo una base linguistica, ma anche culturale del paese o dell’area di riferimento.

Ecco gli step per diventare interprete o traduttore:

  1. Scuola superiore: non è obbligatorio aver conseguito un diploma di liceo linguistico per poter intraprendere una di queste carriere (si veda I corsi propedeutici).  Averlo conseguito potrà forse soltanto facilitarvi l’ammissione al corso di laurea.
  2. Università: il corso di laurea in Scienze della Mediazione Linguistica, classe L-12 fornisce una formazione completa, poiché oltre alle competenze linguistiche lo studente acquisisce anche le tecniche della traduzione e dell’interpretariato. La procedura selettiva rigorosa mira a fornire un’eccellenze preparazione dei candidati una volta conseguito il titolo. (vedi Ammissioni a.a. 2019/2020).
  3. Ulteriori specializzazioni: una volta conseguito il titolo di mediatore linguistico per poter migliorare le proprie competenze è consigliabile frequentare un corso di laurea magistrale in interpretariato di conferenza (classe LM-94) oppure un master e/o dei corsi di specializzazione e aggiornamento (vedi info master).

area turistico-aziendale

La possibilità di scegliere nel piano di studi della SSML di Pisa fra il curriculum turistico e quello aziendale (vedi il Piano di Studi) permette allo studente laureato di inserirsi in ambiti nei quali si rendono indispensabili degli esperti linguistici. Si riportano di seguito le aree di interesse.

  • Tour leader per compagnie di crociera, impiegato per compagnie aeree e tour operator, per agenzie di spedizioni e di trasporti internazionali, per la marina mercantile, armatori e compagnie navali.
  • Operatore all’interno di PCO (Professional Congress Organizer), nella ricezione alberghiera, come responsabile relazioni esterne
  • Nell’ambito dell’area commerciale di aziende internazionali come Key Account Manager,
  • Export sales Manager, Product Manager.
  • Assistente di direzione in società multinazionali, nel reparto Risorse Umane di aziende internazionali.
  • Referente Marketing: retail marketing, trade marketing, web marketing.

area della comunicazione e delle relazioni internazionali

  • Addetto alle relazioni esterne di aziende o uffici pubblici, responsabile della comunicazione aziendale  per  multinazionali o aziende import-export, portavoce e addetto stampa, traduttore o interprete in agenzie giornalistiche, giornalista.
  • Operatore di pace, cooperazione nelle organizzazioni umanitarie, impiegato in ambasciate o uffici consolari e operatore nelle ONG.

(Vedi le opportunità di mobilità internazionale)