Quello su cui i laureati in lingue dovrebbero riflettere

Condivido con piacere una delle Lettere di Presentazione che sto ricevendo in queste settimane per accedere ai percorsi post-laurea, i Master Aziendali, della Scuola Sepriore per Mediatori Linguistici di Pisa.

Si tratta di una lettera che ben mette in evidenza il pensiero che sempre più studenti e studentesse, stanno maturando: il fatto che le competenze linguistiche sono un enorme valore aggiunto soprattutto se, integrandole con altre, si riesce ad utilizzarle al di fuori dell'ambito linguistico in senso stretto o della docenza

Ecco il testo della lettera

"Sono un giovane laureato che lo scorso aprile ha conseguito la laurea presso il dipartimento di lingue dell’università di Firenze, indirizzo inglese e cinese, con voto 105 su 110, in linea coi  tempi previsti dal corso di studi.

Quest’esperienza non ha soltanto ampliato le mie conoscenze, mi ha anche spinto a credere che la comunicazione sia una base imprescindibile per il mondo di oggi e del domani, dove le lingue hanno, ed avranno, un ruolo da protagoniste. Ciò mi è stato inoltre confermato più volte anche nell’arco del mio impegno lavorativo, iniziato parallelamente ai miei studi universitari.

Da circa due anni, come Sales Assistant, ho la possibilità di conversare con persone provenienti da tutto il mondo, con background eterogenei.

Le lingue sono lo strumento col quale ho potuto attuare questo processo. Nella mia pur breve esperienza, ritengo di aver tuttavia individuato una certa predisposizione mentale che può rendere queste dinamiche ancor più vantaggiose.

Per avere un confronto produttivo con una persona che appartiene ad un’altra cultura è necessario aprire la mente ad un’altra prospettiva, ad un altro punto di vista.

Questo atteggiamento positivo realizza il suo massimo rendimento se si ha, poi, la capacità di contemplare il nuovo senza mai perdere di vista i capisaldi del nostro trascorso.

Ho riflettuto molto, negli scorsi mesi, sulla possibile futura iscrizione ad una laurea specialistica consapevole del fatto che in ogni caso, la mia scelta avrebbe comportato dei sacrifici da parte dei miei genitori. So di avere il loro sostegno, ma non avrei avuto la coscienza a posto se non avessi fatto il possibile per capire quale istituto mi avrebbe fornito le migliori condizioni per la mia crescita.

Fatte le dovute ricerche, ho compreso che nessuno degli istituti che ho esaminato mi offriva il complesso di caratteristiche che la SSML di Pisa può darmi. Il motivo per cui mi trovo a mandarle questo sommario racconto di me è la speranza di poterle trasmettere gli stessi stimoli che ho ricevuto dal suo istituto: serietà, passione e capacità."

La maturità e la sicura efficacia della riflessione sta proprio nell'aver percepito come le competenze linguistiche applicate ad un settore professionale e lavorativo diverso da quello linguistico, possano fornire una grande vantaggio competitivo a chi le possiede ed alle aziende e organizzazioni presso cui questi ragazzi andranno ad inserirsi.

Certo c'è bisogno di integrarle con un altro "sforzo formativo" che fornisca la necessaria integrazione di conoscenze per esempio in ambito Marketing e Comunicazione, Sales, Risorse Umane, o Export Management.

I Master della SSMl di Pisa sono stati pensati in risposta a questo sempre crescente bisogno fornendo ulteriori competenze, in ambito di Management, Export, Marketing, Gestione Eventi, Contrattualistica internazionale (a seconda del percorso che si sceglie)  e consolidando l'area linguistiche con un approfondimento specialistico e di settore.

Questi sono i Master Aziendali della SSMl di Pisa

 
 

Ritratto di Lorenzo Tellini
Lorenzo Tellini
EX Managing Director of SSML University in Pisa. Esperto di internazionalizzazione delle imprese e per 4 anni punto di riferimento dell'orientamento universitario alla SSML di Pisa e non solo. Tennista quando può.