Esame e Verifiche di Profitto

Voti, esami e propedeuticità

Le prove d’esame e/o di verifica di profitto consistono in esami orali e/o scritti, semestrali e annuali. Inoltre gli esami si possono svolgere sotto forma di prove e/o verifiche anche durante il corso dell’anno (in itinere). Gli esiti delle prove in itinere potranno costituire l’unico elemento di valutazione finale per la commissione giudicatrice. I docenti incaricati specificheranno la forma di esame scelta all’inizio del proprio insegnamento. Non si può essere ammessi all’esame di una disciplina linguistica senza aver superato la corrispondente dell’anno precedente.

In ciascuna sessione, lo studente in regola con la posizione amministrativa, potrà sostenere senza alcuna limitazione tutti gli esami, nel rispetto delle propedeuticità e delle eventuali attestazioni di frequenza previsti dal piano di studi. Di norma ogni esame si può sostenere per due sessioni, le sessioni successive sono considerate appelli straordinari.

Il voto – nella scala tradizionale da 18/30 a 30/30 – rimane elemento fondamentale e distintivo del livello di apprendimento di ogni singolo studente. Lo studente matura i crediti formativi solo al superamento dell’esame di profitto o di altra forma di verifica.

I voti e i relativi crediti vengono riportati sul libretto personale dello studente e sul certificato esami. Gli esiti delle prove vengono comunicati agli studenti per mail, attraverso l’area del sito riservata allo studente e affissi all’albo della Scuola.